//start hide sticky header on scroll down, show on scroll up //end

CIBUS 2021 SI TERRA’ NELLA PRIMA SETTIMANA DI SETTEMBRE

Al termine di due sondaggi, uno tra le aziende espositrici e l’altro tra i buyer nazionali ed esteri, Fiere di Parma e Federalimentare hanno fissato le date di Cibus 2021: si terrà nella prima settimana di settembre, da martedì 31 agosto a venerdì 3 settembre. Alla decisione ha concorso anche una valutazione sul processo di vaccinazione in Italia e l’organizzazione dei corridoi aerei per i buyer esteri.

La XX° edizione di Cibus 2021, Salone Internazionale dell’Alimentazione, sarà la fiera della ripartenza dell’agroalimentare italiano, la prima vetrina dell’anno per il food&beverage nazionale. Saranno esposti i nuovi prodotti che traineranno la ripresa dei consumi interni e dell’export internazionale, in tutte le merceologie: dai salumi ai formaggi, dalla pasta al pomodoro, dall’olio ai prodotti da forno, dal beverage al grocery, dai surgelati ai prodotti locali, e altro ancora.

La riapertura di Cibus (l’edizione del 2020 è stata cancellata a causa della pandemia) coincide con una ripresa dell’export dell’agroalimentare: i dati Istat, elaborati da Federalimentare, già riferiscono di una sostanziale tenuta nel 2020 (+0,1% nei primi 10 mesi del 2020), che dovrebbe evolvere in una crescita significativa nel primo semestre 2021. Un dato che lascia ben sperare su un cospicuo afflusso di buyer internazionali, tanto che è stato allocato un budget record per favorire l’incoming (viaggi e permanenza deibuyer esteri). Un dialogo, quello con i buyer esteri che non si è mai interrotto

nei mesi più difficili della pandemia: grazie al consolidamento della piattaforma B2B My Business Cibus e ai webinar di Cibus Lab, e alla partecipazione di Cibus alla fiera Food Hotel China di Shanghai (lo scorso novembre) e al prossimo Gulfood di Dubai (21 febbraio 2021).

A Cibus 2021 sono attese circa tremila aziende espositrici italiane, e saranno presenti tutti gli attori della filiera agroalimentare. La fiera rappresenterà dunque un’occasione per analizzare i grandi cambiamenti accelerati dalla pandemia, sia a livello produttivo sia a livello di consumi. I convegni saranno organizzati in una cornice unica e coerente, chiamata “Cibus Forum”, anche per sottolineare la continuità con quanto elaborato nello scorso Cibus Forum del settembre 2020.

Articoli Correlati

Adeguamento del concept: Anuga Culinary Concepts si trasforma in Anuga Out of Home Dopo il successo dell’edizione della ripartenza Anuga 2021, si apre ora la fase di iscrizioni per l’appuntamento 2023 della più grande fiera al mondo del food & beverage che si terrà dal 7 all’11 ottobre 2023. Le aziende interessate possono già prenotare...

3.000 espositori, migliaia di nuovi prodotti, 60mila operatori professionali di cui tremila top buyer esteri, confermano  l’esigenza di un appuntamento annuale dedicato al Made in Italy agroalimentare – Nonostante la tempesta inflattiva, c’è ottimismo per un ritorno a una relativa normalità nel corso dell’anno L’edizione 2022 di Cibus, organizzata da Fiere di Parma e Federalimentare,...

Appuntamento con la 19esima edizione il 18 e 19 gennaio 2023 al Quartiere fieristico di Bologna  Marca by BolognaFiere riparte da dove si era fermata a gennaio 2020, alle porte della pandemia, azzerando con entusiasmo due anni sofferti. La diciottesima edizione, che si è tenuta ieri e oggi nel quartiere fieristico di Bologna, si è...

Appuntamento alla seconda edizione dal 26 al 28 febbraio 2023 Con oltre 6.000 appassionati, buyer e professionisti che hanno visitato le 542 cantine arrivate dall’Italia e da 18 Paesi del mondo, chiude oggi nei padiglioni di BolognaFiere la prima edizione di Sana Slow Wine Fair, la fiera del vino buono, pulito e giusto. Nata dal connubio fra la trentennale esperienza di BolognaFiere nel mondo...